La cena dei cretini
(2006)
Scritto da Francis Veber
Regia di Franco Millefanti

"Lo stupido non sa di essere stupido. Ciò contribuisce potentemente a dare maggior forza, incidenza ed efficacia alla sua azione devastatrice. […] Col sorriso sulle labbra, come se compisse la cosa più naturale del mondo, lo stupido comparirà improvvisamente a scatafasciare i tuoi piani, distruggere la tua pace, complicarti la vita e il lavoro, farti perdere il denaro, tempo, buonumore, appetito, produttività e tutto questo senza malizia, senza rimorso e senza ragione. Stupidamente."

C.M. Cipolla, in “Leggi fondamentali della stupidità umana”

Nel riadattamento del testo di Veber elaborato dalla Compagnia SenzaBussola, Federico De Curtis è ricco editore milanese e cinico cacciatore di idioti che, insieme ai suoi fidati amici, organizza una volta alla settimana la “Cena dei Cretini”. Questa volta la sua vittima è Luigi Pignon un contabile del Ministero delle Finanze appassionato di costruzioni con i fiammiferi.

La serata però non si svolge secondo i piani di De Curtis e sarà proprio il “suo cretino” a capovolgere i ruoli trasformandosi così da vittima in carnefice.

Personaggio
Interprete
Luigi Pignon
Vittorio Uboldi
Federico De Curtis
Paolo Guffanti
Cristina De Curtis
Cinzia Sinigaglia
Giusto Melzi
Massimo Fermenton
Salvatore Mastroserio
Paolo Delfino
Marilena
Elena Piazza
Dott. Dionigi
Davide Pagani
Arturo Verga
Ferruccio Saibene
La centralinista
Paola Sguazza
Ruoli artistici e tecnici
Aiuto regia
Laura Pagani
Flavia Cortelezzi
Scenografia
Cinzia Sinigaglia
Allestimento scenico
Ferruccio Saibene
Audio
Dario Cortelezzi
Marco Pagani
Luci
Dario Cortelezzi
Marco Pagani
Trucco
Luigia Galli
Acconciature
Magda Castelli
Anno: 
2006
Autore: 
Francis Veber
Regia: 
Franco Millefanti
Citazione: 

"Lo stupido non sa di essere stupido. Ciò contribuisce potentemente a dare maggior forza, incidenza ed efficacia alla sua azione devastatrice. […] Col sorriso sulle labbra, come se compisse la cosa più naturale del mondo, lo stupido comparirà improvvisamente a scatafasciare i tuoi piani, distruggere la tua pace, complicarti la vita e il lavoro, farti perdere il denaro, tempo, buonumore, appetito, produttività e tutto questo senza malizia, senza rimorso e senza ragione. Stupidamente."

C.M. Cipolla, in “Leggi fondamentali della stupidità umana”

Descrizione: 

Nel riadattamento del testo di Veber elaborato dalla Compagnia SenzaBussola, Federico De Curtis è ricco editore milanese e cinico cacciatore di idioti che, insieme ai suoi fidati amici, organizza una volta alla settimana la “Cena dei Cretini”. Questa volta la sua vittima è Luigi Pignon un contabile del Ministero delle Finanze appassionato di costruzioni con i fiammiferi.

La serata però non si svolge secondo i piani di De Curtis e sarà proprio il “suo cretino” a capovolgere i ruoli trasformandosi così da vittima in carnefice.

Interpreti: 
Personaggio: 
Luigi Pignon
Interprete: 
Vittorio Uboldi
Personaggio: 
Federico De Curtis
Interprete: 
Paolo Guffanti
Personaggio: 
Cristina De Curtis
Interprete: 
Cinzia Sinigaglia
Personaggio: 
Giusto Melzi
Interprete: 
Massimo Fermenton
Personaggio: 
Salvatore Mastroserio
Interprete: 
Paolo Delfino
Personaggio: 
Marilena
Interprete: 
Elena Piazza
Personaggio: 
Dott. Dionigi
Interprete: 
Davide Pagani
Personaggio: 
Arturo Verga
Interprete: 
Ferruccio Saibene
Personaggio: 
La centralinista
Interprete: 
Paola Sguazza
Scenografia: 
Cinzia Sinigaglia
Allestimento scenico: 
Ferruccio Saibene
Audio: 
Dario Cortelezzi
Marco Pagani
Luci: 
Dario Cortelezzi
Marco Pagani
Trucco: 
Luigia Galli
Acconciature: 
Magda Castelli
Aiuto regia: 
Laura Pagani
Flavia Cortelezzi
Locandina: